Per tutta la scorsa settimana instancabili volontari hanno terminato i lavori di finitura: stuccato, verniciato, pulito, rasato il prato e quant’altro. Per il giorno della sua festa la cura dei dettagli è stata maniacale, un lavoro imponente. E così, con un tempismo perfetto, in occasione della due giorni col club, ha riaperto le sue porte. Più in forma che mai, accogliente, bella e ospitale. Era felice di rivederci, lo si vedeva da come ci guardava, e noi eravamo in tanti, tutti a renderle omaggio. C’era il sindaco, il prete, il consigliere regionale, il senatore, gli alpini, i volontari, i ragazzi con le loro famiglie. Avrebbe potuto anche piovere, non si sarebbero mossi da li, tutti a coccolarla e ad ammirarla; e invece anche il tempo ha retto, malgrado le previsioni.

Una bella festa, qualcosa da ricordare negli annali dell’A.I.A.S. – Bentornata Villa Araldi.

immagini

immagini cerimonia Vescovo mons.Monari

Sei mesi di lavori per 80mila euro circa di spesa. Ora la villa è saldamente ancorata alla terraferma e le nostre casse sono vuote. Per chi volesse aiutarci vi rimando ad un precedente post: VILLA ARALDI: SERVE AIUTO