Obiettivi e inizio delle attività

La Sezione provinciale A.I.A.S. è nata a Brescia il 19 Marzo 1964, voluta da un gruppo di genitori di bambini affetti da paralisi cerebrale. Gli obbiettivi, primari erano, e continuano ad essere, il recupero fisico, psicologico della persona spastica e la sua integrazione sociale. Promotori dell’Associazione furono il Ragionier Albino De Tavonatti e il Cavalier Giuseppe Guidi, rispettivamente primo Presidente e primo Segretario. Inizialmente gli sforzi sono stati soprattutto tesi non solo a raggiungere la migliore autonomia possibile, ma anche a garantire ai minori le basilari nozioni scolastiche.

Con il tempo alcune porte si sono aperte; è stato quindi possibile iscriverli nelle scuole pubbliche. Toccare con mano, ogni giorno, la realtà degli spastici, ha fatto emergere esigenze di diversa natura. Non era più sufficiente riparare ai danni fisici e psichici e dare una prima istruzione; sul territorio provinciale vivevano, e vivono, adulti e famiglie che necessitano d’intervento sanitario, ma anche di supporti di comunicazione, sollievo, organizzazione, vacanze. L’ A.I.A.S. di Brescia dovette attivarsi con iniziative diversificate.