L’arte moderna è una dimensione complessa, esprime i suoi concetti con tecniche spesso incomprensibili ai più, ma è difficile rimanerle indifferenti; La mostra “900 mai visto” allestita in Santa Giulia non si sottrae a questo mio personalissimo giudizio. Giudizio che mi è parso essere largamente condiviso nelle impressioni raccolte a caldo tra di noi all’uscita della mostra e durante il successivo lauto pranzo consumato nell’ormai collaudata trattoria “i Chiostri” in via S.Faustino.

Ad onor del vero, tutto risulta più semplice quando si è presi per mano da due splendide guide – Due, come i gruppi in cui siamo stati suddivisi per rendere più agile l’escursione tra i corridoi e le installazioni dell’evento – Con parole semplici sono riusciti a diradare le nubi che ci hanno avvolto già dopo le prime opere, lasciando però alla nostra fantasia, il compito di trarre le conclusioni finali. Non chiedevamo di meglio.

Picasso in frantumi

L’opera d’arte si compie

Il bianco e l’argento

secondo Fabri e Claudio questo è Antonio Conte

troppo difficile da spiegare

una bicicletta non poteva passarmi inosservata

qui qualcuno ha pensato ad un trasloco

come non condividere

è si, siamo noi

un pò di noi anche qui

La nuvola dell’impiegato.. Fantozzi.. Fantastica!!